Imprès des de Indymedia Barcelona : http://barcelona.indymedia.org/
Independent Media Center
Notícies :: antifeixisme
manifestacions del juny contra el capitalisme y el g8 a bcn (Cartell)
29 mai 2007
cartell.png
S' ha dit que aquestes convocatories eren fantasmes. Que voleu dir amb fantasmes?
Crec que les coses es podrien haver fet millor, una assamblea amb més difussió, etc.
Pero falta tant poc per al dia 7 de juny que seria imposible organitzar algo diferent, i ja que aquesta convocatoria porta circulant molt temps jo li dono suport.

Totno a repetir, les coses es tenen que fer millor, pero encara sort d' ells que hi haura presencia anticapitalista a BCN.

El dia 7 i 9 de juny tothom a Barna!

This work is in the public domain

Comentaris

manifestacions del juny contra el capitalisme y el g8 a bcn (Cartell)
29 mai 2007
cartell catala.png
S' ha dit que aquestes convocatories eren fantasmes. Que voleu dir amb fantasmes?
Crec que les coses es podrien haver fet millor, una assamblea amb més difussió, etc.
Pero falta tant poc per al dia 7 de juny que seria imposible organitzar algo diferent, i ja que aquesta convocatoria porta circulant molt temps jo li dono suport.

Totno a repetir, les coses es tenen que fer millor, pero encara sort d' ells que hi haura presencia anticapitalista a BCN.

El dia 7 i 9 de juny tothom a Barna!
Re: manifestacions del juny contra el capitalisme y el g8 a bcn (Cartell)
29 mai 2007
Quantes plataformes han recolçat la convocatoria?
Re: manifestacions del juny contra el capitalisme y el g8 a bcn (Cartell)
29 mai 2007
Traduzione italiana
schwarzer 29.05.2007 - 15:02
Finalmente succede qualcosa. Siamo di nuovo in circolazione. C'e' voluto un po' di tempo e siamo fuori forma, ma ci stiamo rimettendo in sesto velocemente. Dopo aver cordonato una manifestazione legale e autorizzata per cinque ore filate, non ci stavamo piu' dentro. Era la prima mossa nel riscaldamento in vista del summit g8 a Heiligendamm, e volevamo tutti cominciare con il piede giusto. La citta' di Amburgo voleva mandare un messaggio al mondo chiaro e tondo: "abbiamo i manifestanti violenti sotto controllo al 100%". I poliziotti avrebbero solo dovuto mantenere la calma, agire con disciplina e tutto sarebbe filato liscio. I manifestanti, dal canto loro, volevano ribaltare la citta', volevano mostrare al g8 che non e' il benvenuto e che tutti coloro che vogliono ospitare il summit pagheranno caro la decisione. Tra i mille vestiti di nero nelle prime file e le altre migliaia dietro di loro, la tensione era palpabile. Le grida "fight the system, fight the state, fight capitalism, fight g8" scandivano la determinazione dei manifestanti. Chi sarebbe partito per primo? Gli sbirri avrebbero usato gli idranti? Gli anarchici avrebbero rotto gli indugi e cominciato la bambola? Il G8 2007 sara' la salva di apertura di un nuovo ciclo di lotte contro il capitale, magari quello definitivo considerata la crisi ecologica senza via d'uscita a cui si sta facendo fronte? Da due anni il movimento autonomo in Germania e in particolare il Network Dissent si stanno organizzando per la prossima settimana di azioni. La posta non e' mai stata cosi' alta: fino ad oggi la "Guerra al Terrore" ha oscurato la freschezza del movimento, ma in Germania anarchici e autonomi potrebbero riconquistare il palco della storia con una vittoria decisiva contro il capitale. Muoviti, svelto. Fermo. Tira, lancia. Tira su quel legno. Corri. Gira, li'! Occhio alla Snatch Squad. Quali sono? Quelli vestiti di nero con dei rombi rossi sulla schiena. Merda, eccoli... Sono loro che cercheranno di arrestarti. Muoviti! Ma chi sono quegli altri? Non ti preoccupare, sono i verdi. I verdi? Si, verdi, sono come la guardia nazionale. Non ti arresteranno, magari pero' ti menano un po'. E quelli? Chi? Quelli con la divisa verde scuro e blu scuro. Ah, quelli... Quelli sono qui per fermarti.. Fai attenzione. La moderna incarnazione del movimento autonomo e' anarchica, giovane piu' o meno, e parecchio punk. Anche se il movimento e' rifluito un po' negli ultimi anni, sembra che l'arrivo del g8 in germania, con i raid della polizia di maggio contro i centri che organizzavano la protesta abbia unito lo spesso diviso e autocritico movimento Autonomen. Nonostante il risentimento della polizia, i raid hanno avuto anche l'effetto collaterale di creare maggiore simpatia nei confronti delle mobilitazioni da parte dei media popolari, come anche dell'opinione pubblica. Inoltre, nella "Rossa Amburgo", patria di insurrezioni, pirati, e un noto torneo di calcio antifascista, e' difficile distinguere gli abitanti della zona dai black block. Shhhhhhh. Cosa? Stai fermo, ci stanno cercando. Fermo... Fermo... ORA! La polizia e' nervosa, molto nervosa. E ha ragione. Per mesi, le macchine degli agenti sono state bruciate, e ora stranieri da tutto il mondo stanno convergendo su Amburgo, nell'ex teatro Rote Flora occupato da quasi venti anni. La dinamica della polizia e' quantomeno freudiana: la polizia vorrebbe liberare il proprio subconscio fascista e ripulire le strade di tutti i manifestanti. Per fattori quali l'opinione pubblica e la loro brutalita', che stanno tornando loro indietro come un boomerang nelle corti tedesche, la polizia non puo' semplicemente spiaccicare a terra i manifestanti senza un pretesto. Quindi, gli agenti esprimono la loro frustazione con una attenzione anale ai dettagli sulle piu' piccole regole circa le dimensioni degli striscioni, il travisamento, e cosi' via. Spesso fermano un corteo per trenta minuti per la minima infrazione alle loro "regole". Il ponte era una trappola, lo sapevamo tutti. E' esattamente dove ci volevano e noi ci eravamo finiti con tutte le scarpe. Ovvio... qualche fuoco d'artificio era partito, qualche pietra era volata sopra le teste degli sbirri, e un paio di arresti erano riusciti a farli... Era la loro tana, era il minimo che potesse accadere. Non avevamo una possibilita' su un milione. Cosa? Il convergence center... l'occupazione. Hanno circondato il Rote Flora. Entreranno? Non penso... Se ci provano non finisce bene per nessuno, neanche per loro. Stanno tirando su le barricate, piazzamoci dietro. Arrivano gli idranti... Beh, muoviti! Di qua, in questa vietta... Ci siamo tutti? Questo sta portando quasi tutti i cortei o le manifestazioni a diventare un esercizio di frustrazione, una partita di scacchi in cui entrambi i giocatori cercano di piegare, senza spezzare, le regole attraverso un processo di negoziazione molto rigido. Almeno fino a che infrangere le regole diventera' un vantaggio. Mentre marciano, gli anarchici tedeschi si imbarcano con la polizia in una serie di trattative molto caute, fino a che la manifestazione arriva piu' vicino possibile al vero obiettivo (per esempio il distretto finanziario, una manifestazione fascista, o in questo caso il summit EU-ASEM nel municipio), e a quel punto il gioco e' fatto. La manifestazione diventa aggressiva nei confronti dei ranghi della polizia, cercando di fare danni lasciando il percorso ufficiale in blocco, o di dividersi in piccoli gruppi per costruire barricate e attaccare le auto della polizia. Sembra esserci anche una certa tradizione di ritrovarsi la notte dell'azione per ulteriori danni nelle strade. Penso di essere in trappola. Non panicare, guardati attorno! Faranno un arresto di massa. Ok, sbirri vestiti di nero di la', proviamo ad andare di la', sbirri in verde, non si passa. Gira dall'altra parte, sbirri in blu. Ok. Circondati. Dov'e' il mio gruppo? Non importa, devo trovare una via d'uscita. Opzione 1: unirsi al black block e cercare di aprirsi una via con scontri. Opzione 2: fare il finto tonto e cercare di svignarsela. Vediamo se funziona. Le tattiche della polizia in Germania sembrano essere una combinazione di guerra psicologica e dimostrazioni di forza, con una certa enfasi sull'aspetto dimostrativo, dato che non sembrano in grado di agire a meno di essere provocati e non sembrano procedere generalmente ad arresti di massa, ma semplicemente circondano la manifestazioni su tutti i lati per "mantenere tutto in ordine". La polizia puo' essere divisa in gruppi. Primo c'e' la polizia federale e quella locale che vestono di verde e di blu. All'interno di questi gruppi si possono riconoscere quelli con la A sul casco che sono i poliziotti da caserma, con poca esperienza. Il vero motivo di preoccupazione pero' e' la sorveglianza intensa fatta dalla polizia (anche se a differenza che in Gran Bretagna senza l'uso di telecamere a circuito chiuso), che fa ampio uso di poliziotti in borghese all'interno dei cortei ai fini dell'identificazione di chi ha infranto la legge, e di poliziotti dotati di videocamere ai margini del corteo (che sono addestrati a filmare i particolari dei membri del blocco, come ad esempio le scarpe). Ci sono anche le unità di individuazione ("Snatch Squad") che sono vestite completamente di nero e che sono addestrate a penetrare velocemente e violentemente all'interno del corteo per arrestare persone particolari, come un branco di squali. Per quanto brutto sembri, e' importante notare che le procedure che la polizia tedesca usa nel controllo della folla sono abbastanza prevedibili e fino a che uno rimane in gruppi molto stretti, e' difficile essere pescato dalle "Snatch Squad". La polizia tedesca e' ben lungi dall'essere invincibile, nonostante voglia far credere a tutti il contraio, e si puo' prevalere sulle loro tecniche. Vicino... ci sono andato troppo vicino. Saremmo venuti a riprenderti. Cosa? E' folle... avrebbero acchiappato pure voi. Senti, ne manderanno altri. Hanno dichiarato lo stato di emergenza? L'ho sentito anche io. Merda, sono una marea. Torniamo al Flora. No. Non e' sicuro. Ok, allora, spariamo. Un Blocco Nero di migliaia di persone contro l'ASEM, macchine degli sbirri distrutte, una scarramuccia di fronte al convergence center: non male per un giorno di lavoro. Adesso ci sono una cifra di dibattiti su cosa fare esattamente nei prossimi giorni. Le manifestazioni sono decentralizzate ma preparate nei dettagli. E' difficile persino per i tedeschi dire dove avverranno i momenti di maggiore scontro: ci sono tre citta' su cui tutti stanno convergendo, una contro manifestazione contro un migliaio di fascisti E un enorme presidio a Rostock contro il g8, tutto nello stesso giorno, blocchi ad aeroporti e strade, come numerosissime marce e cortei vicino Heiligendamm e Rostock. A presicndere dai particolari, le energie tra gli anarchici europei sono montate come una scarica elettrica, e se c'e' qualcosa di certo, e' che la scarica esplodera'. Eravamo migliaia al corteo. Centinaia che hanno ribaltato le strade. 85 arresti circa. Non male per cominciare. Niente male davvero. Thousands of us in the march. Hundreds rampaging in the streets. About eighty-five arrested. Not bad for a start. Nope, not bad at all.




info.
http://www.g8-tv.org



foto
http://de.indymedia.org/2007/05/179042.shtml
http://de.indymedia.org/2007/05/178954.shtml
http://de.indymedia.org/2007/05/178982.shtml
http://indymedia.nl/nl/2007/05/44900.shtml
http://indymedia.nl/nl/2007/05/44889.shtml


http://www.indybay.org/newsitems/2007/05/28/18422079.php


video

http://www.spiegel.de/videoplayer/nodetection/0,6298,18532,00.html

http://www.youtube.com/watch?v=xTlYBTwjzfg
http://youtube.com/watch?v=7P3b07SuV_0
http://youtube.com/watch?v=v1O4uw7WTBU
http://youtube.com/watch?v=X7z70-rktvk
Re: manifestacions del juny contra el capitalisme y el g8 a bcn (Cartell)
29 mai 2007
estaria bé, posar el cartell a alta resolució per poder-lo imprimir bé
Re: manifestacions del juny contra el capitalisme y el g8 a bcn (Cartell)
29 mai 2007
ki li interessi cartell per imprimir en alta resolucio que contacti amb goattera ARROBA gmail.com
Re: manifestacions del juny contra el capitalisme y el g8 a bcn (Cartell)
30 mai 2007
I no es pot aconseguir enlloc per anar a encartellar?? Recordo haver anat fa temps a gràcia a buscar-ne
Sindicat